Gli eventi sismici che recentemente hanno colpito il territorio della pianura Emiliano-Lombarda hanno provocato pesanti danneggiamenti a costruzioni ed edifici per lo più con destinazione industriale. Con devastante chiarezza è emersa l’estrema vulnerabilità dei prefabbricati industriali, per la cui progettazione non venivano presi in considerazione criteri antisismici, anche in forza del fatto che l’adozione di questi criteri non era prevista dalle stesse normative e che i territori interessati dal sisma non erano classificati sismici. Nella fase post-sisma l’attenzione della comunità tecnica e degli operatori del settore,ivi compresa Edilmatic, è focalizzata sulle possibili soluzioni tecniche da proporre per le costruzioni future e particolarmente concentrata nello studio di sistemi di connessione la cui applicazione consenta la rapida messa in sicurezza delle strutture danneggiate.